Invincibili

A volte, ho nostalgia.
Si sa: io sono una nostalgica. Ma col tempo, devo ammettere, sono anche migliorata.
Adesso ho nostalgia solo di cose belle, di persone belle, di momenti felici.
Questa foto è stata scattata la notte di un capodanno che non dimenticheremo mai, uno dei tanti innumerevoli capodanni passati insieme, di quelli che non passiamo così ormai da tanto tempo. Eravamo piccoli, o forse no. Ma ci sentivamo invincibili. Quella sera, per esempio, avevamo sconfitto le lacrime, la bottiglia di spumante in freezer ricordata e bevuta un attimo prima che scoppiasse, abbiamo festeggiato l’amore dell’amicizia, abbiamo litigato ma ci siamo abbracciati, abbiamo riso ed abbiamo bevuto. In quell’autoscatto, con quella fotocamera storica posata su quel comò – dove lasciavate le chiavi della macchina, le chiavi di casa, il portafogli, l’accendino, i documenti, i pensieri, le negatività – in quell’autoscatto ci siamo noi e ci siamo dentro tutti noi. Invincibili, per sempre.
Non avremmo mai creduto di poter crescere, di dover diventare adulti. Avremmo sempre e solo voluto vederci con le birre in mano, al 12esimo piano, nella mia camera che era la vostra camera. In quella casa che era la vostra casa, come le vostre case sono sempre state “CASA MIA”.
Ed ora siamo cresciuti, ed io ho nostalgia.
Ho nostalgia di quella notte di agosto, in balcone, noi e solo noi.
Ho nostalgia di Rise Up in viale Ionio, delle cene ovunque “basta che si mangia”, delle catastrofi e delle risate, delle relazioni finite e di noi che non finiamo mai.
Poi mi accorgo che noi cambiamo, che noi siamo cambiati, che siamo cresciuti. E mi accorgo, anche e soprattutto, che siamo lontani, ma che siamo forse ancora più uniti.
L’unione, ho scoperto, è fidarsi ciecamente, nonostante le delusioni, le liti, le incomprensioni, le migliaia di km. L’unione significa sapere che quelle due persone lì, che non sono legalmente la mia famiglia, sono e sempre saranno presenti se mai chiamerò perché vorrò ridere di una catastrofe. L’unione, loro sanno, significa dar loro la certezza che – nonostante il mio brutto carattere e loro ne sanno più di chiunque altro – io per loro ci sono e sempre ci sarò. E poco importa se spesso lo abbiamo dato e lo daremo ancora per scontato, noi però scontati non lo saremo mai.
Ed anche se non ve lo aspetterete, e non ci crederete, per me siete e sempre sarete gli unici ed i soli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...